Finalmente la data tanto attesa di questo festival è arrivata. L’attesa era tanta, carica di emozione e di speranze per gli organizzatori di questa undicesima edizione che da anni corteggiavano la presenza della PFM nel loro festival …. e le attese sono state premiate!!

Grande presenza di tutte le età in piazza Aldo Moro per questo concerto della storica band. Energia dirompente sul palco e sotto il palco per due ore di spettacolo continuative a riassumere in qualche modo gli anni di carriera…è andato tutto nel migliore dei modi. La band è stata superlativa ha coinvolto il pubblico fin da subito.

Franz Di Cioccio energia allo stato puro – devo dire un bel mix tra Mick Jagger e Keith Richards – diviso tra voce e batteria andava saltellando in lungo e largo sul palco regalando qua e la linguacce. Il bassista PATRICK DJIVAS superlativo e il maestro Lucio Fabbri beh chapeau !!!!

Come c’era da aspettarsi il momento più sentito e vissuto è stata la parte dedicata a De Andrè.  Con “Romeo&Giulietta”di Prokofiev la PFM diventa PFMclassic e ci regala una splendida versione di questa opera.

Se la PFM ha avuto e continua ad avere così tanto successo e riconoscimenti e qualcuno ancora si chiedesse perché o chi sono …beh muovetevi ed andate a sentirli dal vivo perché nessuna parola e nessuna foto lo può far comprendere !!

 

Formazione

FRANZ DI CIOCCIO: Voce e batteria
PATRICK DJIVAS: Basso
LUCIO FABBRI: Violino, seconde tastiere e seconda chitarra
ALESSANDRO SCAGLIONE: Tastiere, Hammond, minimoog
MARCO SFOGLI: Chitarre
ROBERTO GUALDI: Seconda batteria
ALBERTO BRAVIN: Voce e tastiere aggiunte

Scaletta

1 La rivoluzione
2 La luna nuova
3 Photos of ghost
4 Il banchetto
5 Dove…quando1
6 Dove…quando2
7 La carrozza di Hans
8 Impressioni di Settembre
9 Andrea
10 Un giudice
11 Volta la carta
12 Maestro della voce
13 Romeo&Giulietta
14 Mr9 till 5
15 Altaloma
16 William Tell
17 Il Pescatore
18 Celebration

Comments

comments