A tre anni dal bellissimo concerto del Museica Tour, Caparezza è tornato in Piazza Duomo nella serata inaugurale del festival Settembre | Prato è Spettacolo. Il rapper di Molfetta ha stavolta portato a Prato il seguito all’aperto del già fortunatissimo tour invernale legato all’ultimo lavoro Prisoner 709.
La popolarità dell’artista è ormai da diversi anni in costante crescita e non è stata quindi una sorpresa vedere Piazza Duomo gremita dal solito pubblico affezionato, variopinto e che comprende fans in diverse generazioni;  è frequente incontrare genitori con figli giovanissimi (magari al loro primo, indimenticabile, concerto), senza riuscire a distinguere chi sia il più entusiasta. Con la crescita del successo di Caparezza va di pari passo quella della spettacolarità dei suoi concerti, nei quali l’unica non sorpresa è la sorpresa stessa, con cambi di costume e trovate sceniche praticamente a ogni pezzo, su un palco di tutto rispetto arricchito da un fondale ledwall sul quale si susseguono le proiezioni per tutto il concerto.
Tra i brani proposti (oltre venti) molti titoli proprio da Prisoner 709, ma non sono ovviamente potuti mancare i successi storici, in un crescendo di hits sempre più, anche “fisicamente”, trascinanti. La performance di Caparezza che, per tutto il concerto non ha di certo risparmiato nessuna energia, è stata anche stavolta coinvolgente, sempre sapientemente a cavallo, come suo stile, tra divertimento dionisiaco, ironia mai banale, e intelletto.
Come prima serata davvero niente male, a Prato lo Spettacolo è acceso!

Scaletta:
L’infinto *
Prisoner 709 *
Argenti vive
La mia parte intollerante
Larsen *
Sono il tuo sogno eretico
Confusianesimo *
Vengo dalla luna
Dalla parte del toro
China Town
Una chiave *
Prosopagno sia! *
La rivoluzione del sessintutto
L’uomo che premette *
Goodbye Malinconia
Vieni a ballare in Puglia
Non me lo posso permettere
Abiura di me
Ti fa stare bene *
(encore)
Il testo che avrei voluto scrivere *
Fuori dal tunnel
Mica Van Gogh
Sogno di potere *
(* brani da Prisoner 709)

Comments

comments